miastenia

Che cos’è la miastenia

Dopo l’ultimo turno del campionato di calcio di Serie A prima delle festività natalizie, l’allenatore del Napoli Rino Gattuso ha rivelato l’entità del disturbo che lo affligge ormai da anni: la miastenia oculare.

Gattuso si è presentato davanti alle telecamere mostrando gli effetti della malattia sul suo volto, lasciando in molti la curiosità di saperne di più e di capire in che cosa consista esattamente la miastenia oculare.

Cerchiamo di capirlo insieme con l’aiuto dell’Istituto Superiore di Sanità.

CHE COS’È

Innanzitutto dobbiamo dire che la miastenia gravis è una malattia autoimmune. Il termine miastenia deriva dal greco e con esso si intende una debolezza muscolare che si manifesta in modo variabile e progressivo nel corso del tempo. Anche nel corso di una stessa giornata può risultare più o meno accentuata a seconda della condizione di affaticamento o di riposo dei muscoli.

La miastenia oculare colpisce il 90% di coloro che soffrono di miastenia gravis e interessa i muscoli degli occhi e delle palpebre. I sintomi più frequenti sono il disturbo della vista sotto forma di “vedere doppio” e l’abbassamento di una o entrambe le palpebre. Questi si possono accompagnare alla difficoltà di masticazione e di ingoiare e la debolezza diffusa anche su altri muscoli.

Se cerchiamo di analizzare le fasce d’età più colpite, ci accorgiamo di come la miastenia oculare può colpire indifferentemente giovani e anziani, anche se vi è una netta differenza di genere: più frequente tra i 20 e i 30 anni tra le donne, mentre per gli uomini è più presente tra i 50 e i 60 anni. Generalmente il rapporto femmine/maschi ammalati di miastenia oculare è di 2 a 1.

MALATTIA AUTOIMMUNE

Si diceva in principio che la miastenia è una malattia autoimmune, ma che cosa significa? Significa che il sistema immunitario dell’organismo che ne soffre aggredisce le parti del corpo per errore poiché non le riconosce come proprie. Nel caso specifico della miastenia accade che l’organismo produca degli anticorpi che impediscono all’acetilcolina, la sostanza responsabile della contrazione dei muscoli, di svolgere il suo compito, provocando così la debolezza muscolare. Non è dunque danneggiato il muscolo, ma il meccanismo che si occupa del suo funzionamento, ovvero della trasmissione degli stimoli dal nervo al muscolo.

IL RUOLO DEL TIMO

Il timo è un organo immunitario che si trova al centro del torace, tra i due polmoni. Che cosa c’entra con la miastenia gravis? C’entra perché è stato verificato statisticamente che diversi pazienti miastenici avevano contratto anche un tumore benigno del timo, il timoma; inoltre l’asportazione del timo ha migliorato notevolmente i sintomi della miastenia.

Come possiamo capire se soffriamo di miastenia gravis? Con una visita dal nostro medico all’emergere dei primi sintomi e, successivamente, attraverso l’esecuzione di alcuni esami specifici come l’esame del sangue e un’analisi strumentale che misura la trasmissione del segnale tra nervi e muscoli.

Presso gli ambulatori del Centro Medico Benvita è possibile prenotare un consulto cliccando su questo link.

Tags:
Antongiulio Giove
Antongiulio Giove
staff@benvitamedica.com
No Comments

Post A Comment