interventi alle labbra

Interventi alle labbra,
i consigli dell’esperto

A distanza di pochi giorni incontriamo nuovamente il dottor Baruzzi per approfondire un’altra tematica di cui è specialista: la medicina estetica. Parliamo in particolare di interventi alle labbra che, come vedremo, non sono effettuati solo con fini puramente di bellezza.

Buongiorno dottor Baruzzi e ben ritrovato. Perché questa grande attenzione alle labbra? Perché non ci si accontenta di ciò che natura ci ha dato?

La bocca e le labbra sono una delle parti più sensuali del nostro corpo. Lo sguardo dei nostri interlocutori, prima o poi, cade proprio lì, mascherine permettendo… Dal momento che sono così importanti, le labbra possono essere anche fonte di disagio e creare insicurezza quando non le si ritiene sufficientemente belle e accattivanti.

Chi si rivolge a lei?

Le persone che si sono rivolte a me per migliorare il proprio aspetto sono, in 20 anni, veramente tante e, per il 90%, sono donne.

Gli interventi alle labbra hanno solo fini estetici, generati da un desiderio di apparire diversamente, o questi interventi possono avere anche un fine medico-curativo, magari in seguito a ustioni o qualcosa che deturpa l’aspetto?

Diciamo che gli interventi possono essere migliorativi nei casi in cui la persona ha fatto interventi odontoiatrici (protesi o similari) e magari ha un pochettino retratto l’area dentale. In questi casi anche le labbra si sono rimpicciolite e hanno dunque bisogno di essere sistemate per mantenere l’originaria armonia del volto.

Come definirebbe il suo lavoro?

La correzione o ridefinizione delle labbra è un’arte. Il risultato dipende da quattro variabili: Gusto della persona, gusto del medico, aspettative della paziente e conoscenze tecniche.

Qual è la prima cosa da fare?

Il punto di partenza è una valutazione medico-estetica attenta e precisa delle labbra, nella quale vanno valutati due aspetti: innanzitutto quello estetico, cioè come appaiono le labbra quando le guardiamo, ovvero se sono fini o carnose, grandi o piccole, arcuate o rotondeggianti, simmetriche o asimmetriche, proporzionate o sproporzionate; in secondo luogo il grado di invecchiamento, perché le labbra hanno la tendenza a diventare più chiare, più sottili, meno definite, più disidratate.

Che cosa, invece, non si dovrebbe fare?

Per avere un effetto veramente naturale, il medico deve fare attenzione a non commettere tre errori. Primo errore da evitare è fare il contorno senza avere un volume adeguato: siamo cresciuti con l’insegnamento della tecnica “pari lips”, per cui tutte le labbra venivano trattate aumentando solo il contorno, con risultati discordanti perché alcune venivano bene, mentre altre proprio no. Oggi questa tecnica si usa solo se c’è un buon volume, altrimenti si rischia l’effetto di retrazione della parte del vermiglio (la parte rossa delle labbra) con un risultato poco soddisfacente, soprattutto nelle labbra sottili. La seconda cosa da non fare è non rispettare le proporzioni tra labbro inferiore e superiore, perché il labbro inferiore deve essere sempre più grande o, al massimo, uguale a quello superiore. Se il labbro superiore diventa troppo grande, si rischia l’effetto a “canotto” o a “papera”, tipico delle correzioni che si facevano 10-15 anni fa. Terzo ed ultimo errore da evitare è la valutazione dell’invecchiamento delle labbra, perché un labbro invecchiato, aumentato di volume, porta a evidenziare di più i segni del tempo, soprattutto se è stata corretta la zona attorno.

Le pazienti che si recano da lei sono sempre convinte di ciò che stanno per fare o mostrano talvolta titubanze? Le labbra, in fondo, caratterizzano molto il viso di una persona.

Molte pazienti hanno paura che un filler possa snaturare il proprio viso, e portano come esempi soubrette o personaggi famosi su cui è evidente la mal riuscita degli interventi. Rispondo sempre che quella non è medicina estetica, certo è un trattamento fatto con un filler alle labbra, ma la medicina estetica è un’altra cosa. Oggi ci sono tutte le conoscenze tecniche e scientifiche per ottenere una correzione naturale, delicata e sensuale. Evitare certe esagerazioni che si vedono ancora oggi è possibile, anche perché spesso anche una piccola correzione che solo l’occhio esperto può vedere, può portare a cambiamenti sostanziali.

Un ultimo consiglio per chi dovesse decidere di sottoporsi ad un intervento alle labbra?

Non bisogna farsi guidare dalla moda, ma solo da un professionista esperto che sicuramente saprà dare le migliori indicazioni in merito.

Ringraziamo il dottor Baruzzi e ricordiamo che, per fissare un appuntamento ambulatoriale con lui presso il Centro Medico Benvita, è sufficiente cliccare su questo link.

Antongiulio Giove
[email protected]