Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie: clicca qui
Chiudendo questo banner (clicca "Ok"), o navigando nel sito acconsenti all’uso dei cookie.
Ok

Secchiero Dott.ssa Erika
Ortottistica
Specialista in ortottica. 

Cos’è l’ortottica? L’ortottica è un ramo dell’oftalmologia, attraverso la quale vengono valutate la presenza o l’assenza di anomalie a carico dell'apparato neuromuscolare dell'occhio e le alterazioni che da queste ne derivano.

Chi è l’ortottista? L’ortottista assistente oftalmologico è il professionista sanitario che esegue la valutazione ortottica, completando il lavoro dell’oculista e collaborando anche con altre figure mediche come il neurologo, l’endocrinologo, il pediatra, il medico del lavoro, lo gnatologo, l’osteopata. Esegue la valutazione e la riabilitazione ortottica a qualsiasi età, a partire dai tre anni, la refrazione e gli esami diagnostico- strumentali(biometria, campo visivo computerizzato e manuale, oct, hrt, biomicroscopia delle cellule endoteliali) in campo oftalmologico. Di sua competenza sono la valutazione della presenza o assenza di strabismo, paralisi oculari, ambliopia(occhio pigro), diplopia(visione doppia), confusione, deficit di convergenza, astenopia(affaticamento visivo che colpisce i video terminalisti); si occupa inoltre di prevenzione visiva in età infantile, prescolare e scolare, eseguendo screening.

Quanto dura e come si svolge una valutazione ortottica? In genere dura 20- 30 minuti, durante i quali il paziente viene sottoposto ad alcuni test non invasivi attraverso i quali vengono valutate l’acuità visiva, la motilità oculare, la convergenza, la stereopsi e la visione binoculare.

Perché sottoporsi ad una valutazione ortottica? È utile sottoporsi ad una valutazione ortottica, specie in età pediatrica, a partire dai tre anni, per escludere la presenza di anomalie dell’apparato neuromuscolare che potrebbero interferire con il normale sviluppo delle capacità visive che altrimenti non sarebbero più recuperabili; in età adulta per individuare e trattare la diplopia, le paralisi dei muscoli oculari, nei video terminalisti per prevenire e trattare l’affaticamento visivo. Risulta inoltre utile prima di sottoporsi ad un intervento di cataratta o di chirurgia refrattiva al fine di prevedere il rischio di diplopia post- operatoria.
Orari apertura
Dal lunedì al venerdì
8:30 - 20:00
orario continuato.
Sabato 9:00 - 13:00
Fisioterapia dalle ore 7:00