blefaroplastica

Blefaroplastica: questione di sguardi

Il Centro Medico Benvita offre una gamma molto ampia di interventi di medicina estetica e chirurgia plastica. Oggi facciamo quattro chiacchiere col dottor Carlo Fidanza, uno dei nostri specialisti che si occupa di un intervento molto richiesto e dai risultati molto soddisfacenti…

Buongiorno dottor Fidanza, parliamo di uno degli interventi più praticati in Italia, la blefaroplastica…

E’ vero: la blefaroplastica è uno degli interventi di chirurgia estetica più realizzati in Italia e nel mondo. E lo pratichiamo anche da Benvita, ovviamente…

Che cosa si ottiene attraverso questo intervento?

Permette di ringiovanire in modo considerevole un’area importante del nostro viso: la regione perioculare. Oltre a dare un miglioramento estetico, permette anche di ridurre il senso di pesantezza, soprattutto al mattino, di una palpebra superiore pesante. In alcuni casi ha risolto anche casi di blefariti, cioè di irritazioni della palpebra dovute al fatto che la cute in eccesso si piega su sé stessa diventando fonte di infiammazione.

In che cosa consiste la blefaroplastica?

È un intervento che agisce sulle palpebre attraverso l’asportazione della cute in eccesso e, eventualmente, la rimozione delle borse adipose localizzate in due punti nella palpebra superiore e in tre punti nella palpebra inferiore.

Quanto dura un intervento di questo tipo?

È un intervento che si fa in anestesia locale e sedazione, in presenza dell’anestesista, e dura circa 40 minuti. Il paziente rimane un’oretta, un’oretta e mezza a riposo dopo l’intervento con un po’ di ghiaccio sulla zona operata e poi va a casa. In genere questo tipo di interventi sono definiti “da pausa pranzo”, ovvero molto soft, con poco livido, con i punti che vengono rimossi nell’arco di una settimana e con un risultato ottimo. Lo sguardo di chi si sottopone a questo tipo di intervento migliora notevolmente. È il classico intervento con un ottimo rapporto costo-beneficio.

Chi si rivolge a lei per questo tipo di intervento?

Il target dei pazienti che decidono di sottoporsi a blefaroplastica per motivi prettamente estetici va dai 40 ai 70 anni. Nell’1% dei casi l’intervento esula dall’ambito estetico e riguarda pazienti generalmente sopra agli 80 anni, con problemi legati alla pelle in eccesso che ostruisce il campo visivo.

Ringraziamo il dottor Fidanza e ricordiamo che, per fissare un appuntamento con lui presso gli ambulatori del Centro Medico Benvita, è sufficiente cliccare su questo link.

 

Antongiulio Giove
[email protected]