Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie: clicca qui
Chiudendo questo banner (clicca "Ok"), o navigando nel sito acconsenti all’uso dei cookie.
Ok
NEWS - Polisonnografia Cardiorespiratoria Pediatrica

POLIGRAFIA CARDIORESPIRATORIA PER BAMBINI: al Centro per la Cura del Sonno di Benvita Monza

L'obbiettivo è curare la salute dei più piccoli migliorando il sonno, grazie agli strumenti dianostici di Nox Medical, dispositivi efficaci e confortevoli, che garantiscono un monitoraggio sicuro e per nulla invasivo.

Da Benvita è possibile eseguire l’esame diagnostico a casa vostra con una apparecchiatura sofisticata, adeguata per bimbi dai 6/8 mesi in su.

Saperne di più sui disturbi del sonno nei bambini

Il russamento primario è il disturbo del sonno respiratorio più diffuso.
Grazie agli studi effetutati sinora tra il 10 e il 20% dei bambini soffre di questo problema, anche se spesso è frequente solo in certe stagioni, soprattutto in autunno e inverno.
Talvolta questo problema si aggrava, ovvero durante il sonno si verificano delle apnee, cioè delle interruzioni del respiro.
Tutti noi abbiamo delle apnee ma quanto diventa patologica (ovvero dura troppo) produce una mancanza di ossigeno nel sonno e in casi particolari un innalzamento dell'anidride carbonica (tra il 2 e il 3% della popolazione in età pediatrica).

Come si capisce se un bambino o bambina ha problemi di apnee notturne?

Un bambino che dorme male generalmente durante il giorno è iperattivo o ipereccitato; si tratta di un sintomo che se abbinato ad un russamento di una certa importanza, ci si può accorgere delle pause respiratorie durante il sonno.

Quali sono le cause delle apnee notturne?

Le cause più importanti sono essenzialmente due:
L'ipertrofia adenotonsillare e l'ipertrofia adenoidea
Significa che le tonsille dei bambini - soprattutto in età prescolare - si gonfiano per via dell'aumento del tessuto linfatico e non permettono un buon passaggio dell'aria.
Di giorno è più difficile accorgersi perchè il bambino tende a respirare con la bocca.
Avviene soprattutto durante la notte perchè tutti noi andiamo in una fase di quiescenza, di riposo.
In questo stato l'ossigenazione del nostro corpo è più bassa e i muscoli specialmente quelli delle vie aeree superiori, sono più rilassati per cui se l'aria non passa bene per un'ostruzione è più facile che si verifichino le apnee.
Obesità o sovrappeso
La seconda causa riguarda il bambino obeso o in sovrappeso, per cui lo strato di grasso nelle vie aeree superiori aumenta la capacità di chiudersi delle vie aeree durante il sonno.

Quali conseguenze comportano le apnee notturne?

Le complicanze delle apnee del sonno sono a lungo andare di due tipi:
neurocognitivi: la breve ma frequente mancanza di ossigeno porta il bambino ad avere un rendimento scolastico inferiore
cardiovascolari: soprattutto nel bambino obeso c'è un peggioramento dell'ipertensione arteriosa sistemica e talvolta anche polmonare.

Gli strumenti diagnostici per le apnee notturne

Lo strumento principale per la diagnosi è la poligrafia cardiorespiratoria o polisonnografia: è un esame nel quale vengono misurati diversi parametri durante il sonno del bambino o bambina.
Lo strumento polisonnografico serve a controllare il sonno durante la notte e verificare se ci sono delle apnee notturne.

Prenota una visita presso il nostro Centro per la Cura del sonno

Orari apertura
Dal lunedì al venerdì
8:30 - 20:00
orario continuato.
Sabato 9:00 - 13:00
Fisioterapia dalle ore 7:00